lunedì 15 aprile 2013

Una ricetta in prestito dalla Regina del giallo (gluten free) e una vittoria...

In tutti i romanzi di Agatha Christie il cibo ha un ruolo fondamentale nell'intreccio. Spesso il teatro di queste intricate vicende è una casa di campagna dove i personaggi si riuniscono attorno a un tavolo imbandito per cene, colazioni ed essendo in Inghilterra, anche per il tè delle cinque.

Questa ricetta in particolare è tratta dal romanzo Un delitto avrà luogo (A Murder is Announced), che Agatha Christie scrisse nel 1950.
A Chipping Cleghorn, un piccolo villaggio nella campagna inglese, la vita scorre monotona e tranquilla, scandita da piccoli avvenimenti subito riportati sulla North Benham News and Chipping Cleghorn Gazzette, il quotidiano locale, apprezzato soprattutto per l'interessante rubrica di annunci a pagamento. Un bel giorno però tra messaggi personali i tranquilli paesani trovano un annuncio alquanto insolito: "Un delitto avrà luogo venerdì 29 ottobre a Little Paddocks. Si pregano gli amici di voler prendere nota di questo messaggio che non sarà ripetuto". Il bello è che questo incredibile programma viene effettivamente rispettato. Di fronte agli amici accorsi pensando di partecipare a un gioco di società qualcuno riesce infatti a portare a termine un vero omicidio. La polizia è sconcertata, le modalità del crimine sono infatti veramente incredibili. Ma, se gli agenti non riescono a capire nulla, l'angelica Miss Marple, capitata come sempre al posto giusto nel momento giusto, riuscirà invece a venire a capo del problema.

In questo romanzo compare un dolce delizioso, la Morte deliziosa.
"Quella torta che volete fatta da me, sarebbe la..." [...]
"Quella. Quella, così sostanziosa."
"Si. Certo è sostanziosa. Ma per torta non ho niente! Impossibile preparare. Ho bisogno per torta cioccolato e molto burro, zucchero e uva passa."
"Puoi adoperare la scatola di burro che ci hanno mandato dall'America. Un po' di uva passa che teniamo per Natale, e qui ci sono una tavoletta di cioccolato e mezzo chilo di zucchero."
La faccia di Mitzi si illuminò improvvisamente di un sorriso radioso.
"Così posso fare la torta per voi...buona, - gridò estasiata. - La faccio gustosa, sostanziosa! Si scioglie in bocca. [...] Deliziosa...diranno...deliziosa..."
Ma la sua faccia si rabbuiò di nuovo.
"Il signor Patrick l'ha chiamata Morte Deliziosa. La mia torta! Non vogli che la mia torta sia chiamata così. - aggiunse poi.
"A dir la verità, era un complimento - disse la signorina Blacklock. - Voleva dire che val la pena morire per mangiare una torta simile!" 


Morte Deliziosa (gluten free)

Ingredienti:
(per 6 persone)

165 g  di cioccolato fondente
70 g di uva passa
4 uova
100 g di zucchero 
80 g di burro
25 g di farina di riso 
25 g di Cointreau

Procedimento:

Per prima cosa ammollate l'uva passa nel Cointreau.
Fate fondere il cioccolato a bagnomaria e quando sarà sciolto aggiungete il burro a cubetti e fate fondere completamente mescolando di tanto in tanto.
Montate i rossi d'uovo e lo zucchero con le fruste. Quando sarà spumoso aggiungere composto di cioccolato e burro fusi continuando a mescolare.
Aggiungete anche la farina di riso e mescoltate.
Montate a neve gli albumi, e quand saranno a neve ben ferma incorporateli al resto facendo attenzione a non smontarli.
Quando avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo versatelo in uno stampo a cerniera precedentemente imburrato e infarinato. Quindi strizzate l'uva passa e disponetela sulla superficie del dolce.


Ora infornate a 180° C per 25 minuti.
Appena cotta togletela immediatamente dal forno, perchè deve rimanere morbida all'interno.




Con questa ricetta partecipo al contest di Eva sul CIOCCOLATO 




Con questa ricetta partecipo al contest SAPORI TRA LE RIGHE... un libro, una ricetta 


E dato che siamo in tema di cioccolato, ne approfitto per partecipare al Chocolate giveaway di Mela e Cannella

Devo dire che io adoro il cioccolato, adoro quel momento in cui il cioccolato da fondere a bagnomaria comincia a sciogliersi. E' un momento di pura poesia. :)
Una volta, stavo ancora dai miei, che sono possessori di un forno a microonde, e mi sono detta: oggi il cioccolato lo fondo al microonde. E' stato l'inizio di un dramma.
Ho preso un ciotolino di vetro, ci ho messo dentro il cioccolato, poi nel microonde, coperchio apposito e via. 
Si dice che non bisogna mai lasciare solo un forno a microonde in funzione, forse soffre la solitudine, bene io l'ho lasciato in compagnia di entrambi i miei genitori e ho detto: salgo un attimo in camera a prendere una cosa.
Sono stata via credo meno di  mezzo minuto. Al mio ritorno dalla cucina arrivava un denso fumo nero; mi aspettavo, entrando in cucina, di trovare già i pompieri al lavoro, invece mi attendeva una scena che oserei definire comica: i miei genitori chini su un libro di ricette a discutere sugli ingredienti e dietro di loro il forno che produceva fumo in quantità. Non si erano accorti di nulla.
Morale: casa "appestata" di odore di fumo per una settimana, cioccolato, ciotola di vetro e coperchio in plastica apposito per microonde bruciati. 
E da allora il cioccolato lo fondo solo più a bagnomaria.
Come si suol dire, sbagliando si impara. :)  

Infine, ieri sera è terminato il contest "Voglia di..." del mese di Marzo
e ho vinto!!! :)
Sonia ne dà notizia in questo post: 
La raccolta Voglia di Torte è terminata ma prima di svelare il nuovo tema, l’annuncio della ricetta vincitrice: i miei complimenti a Floriana Moroni che anche questo mese si aggiuidica uno spazio nello speciale dedicato alla raccolta nel nuovo numero di Briciole che verrà pubblicato a fine anno.
Ringrazio tutti quelli che mi hanno votato. :)

Con questa ricetta partecipo al contest Dolci Gluten free 




 

15 commenti:

  1. Carissima ma che bel post e non ne parliamo della torta che solo a vederlo mi viene l'acquolina in bocca..sarei capace anche a mangiarlo all'una di notte..non rinuncio ai dolci cioccolatosi :)) complimenti per le foto. Notte baci!

    RispondiElimina
  2. Son contenta di essere stata 'uccisa' dalla tua torta è super golosa Flo!
    Vale

    RispondiElimina
  3. Ciao! Abbiamo scelto il vincitore del nostro primo Contest "La ricetta della tua infanzia". Vieni a scoprire se hai vinto ma soprattutto la grande novità del premio e poi.....un nuovo contest in arrivo!!!

    A presto
    lo staff di
    www.deliziandovi.it

    RispondiElimina
  4. Invitato a cena da Floriana , ho assaggiato la torta buonissima!! consigliata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo che per fare tutto alla perfezione visto che eravamo in tema di morte deliziosa, fra gli invitati all'assaggio c'era pure un proprietario di pompe funebri! :-)

      Elimina
    2. Certo, mi piace molto curare i "dettagli" nelle mie cene... ;)
      Ci terrei a precisare che però nessun delitto ha avuto luogo quella sera. :)
      Lo dico per la tranquillità dei miei prossimi invitati. eheheh

      Elimina
  5. Eccomi!!!Finalmente ho avuto un po'di tempo per iscrivermi tra i tuoi lettori fissi...da oggi ci sono anche io! E naturalmente adoro gli incontri tra letteratura e cucina...Bravissima...che meraviglia!!!!
    Betulla
    http://betullalba.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Buona la torta resa ancora più particolare dal tuo post così simpatico. L'abbinamento con il libro lo trovo perfetto. Bravissima.

    RispondiElimina
  7. anche a me piace tanto riprendere le ricette dai libri e provare a riprodurle...un gioco che adoro!! complimenti per questa torta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che sarà la prima di una lunga seria perchè è stato molto divertente :)

      Elimina
  8. Cara Floriana sei un'autentica rivelazione, il tuo blog e le tue ricette mi piacciono sempre più!
    Bravissima ! Questa torta è meravigliosa , complimenti ! Credo che questo romanzo della Christie non l'ho letto, me ne ricorderei per via della ricetta :)
    Ciao, a presto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, sono contenta che il mio blog ti piaccia. :)
      continua a seguirmi.
      a presto

      Elimina
  9. Trovo che questo post sia magnifico, sia per il riferimento che per la fotografia e per la torta: una piccola opera d'arte! Mi unisco ai tuoi lettori con immenso piacere.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a di qui.
Se lasci un commento mi farà sicuramente piacere.
Flo