domenica 10 marzo 2013

Agnolotti di magro...o quasi

La tradizione piemontese vorrebbe che gli agnolotti fossero ripieni di carne, di carne arrosto per la precisione, ma io non amo molto la pasta con ripieno di carne, per cui in genere preparo dei ravioli di magro, spesso però con del prosciutto cotto.
Anche per il sugo sono previste 4 preparazioni tradizionali: con sugo di arrosto, burro e salvia, ragù di carne o in brodo. Inutile dire che nemmeno con il sugo seguo la tradizione. Io preferisco un sugo di funghi porcini e piselli oppure, come in questo caso, un semplicissimo sugo di pomodoro fresco e basilico.

Ingredienti:

per la pasta: (per 2 persone)
200 g farina 00
2 uova
1 pizzico di sale

per il ripieno:
100 g di ricotta
100 g di prosciutto cotto
20 g di parmigiano grattugiato
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.

per il sugo:
2 rami di pomodorini pachino
olio evo
parmigiano grattugiato q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
basilico q.b.

Procedimento:

Cominciamo dalla pasta.
Sul piano di lavoro versate la farina, formate la classica fontana e rompete le uova nel centro, aggiungete un pizzico di sale e cominciate ad impastare.
Quando avrete ottenuto un impasto liscio ed omogeneo formate una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela riposare per una mezz'ora.

Nel frattempo potete cominciare a preparare il ripieno.
Prendete il prosciutto e tagliatelo a pezzetti. Io preferisco usare del prosciutto tagliato a fettine sottili e tagliarlo poi a pezzetti, ma se preferite una fetta di prosciutto tagliata più alta e poi tagliata a dadini va benissimo.
In una ciotola mescolate la ricotta, il prosciutto, il parmigiano, sale, pepe e noce moscata (se piace, io trovo che stia sempre bene in questo tipo di ripieni).
Amalgamate il tutto con la forchetta.

A questo punto riprendete la pasta e stendetela. In questo caso io l'ho stesa col mattarello, ma potete anche usare la macchina per tirare la pasta.
Stendete la pasta in sfoglie e con un coppapasta tagliate dei dischi rotondi.
Ora prendete il ripieno e mettetene un cucchiaino su ogni dischetto e richiudetelo su se stesso, fissando la chiusura con i rebbi della forchetta.
Procedete così fino ad esaurire pasta e ripieno.




Per il sugo, prendete una padella capiente, versateci un filo d'olio e.v.o. e mettetela sul fuoco. Lavate i pomodorini, tagliateli a metà e metteteli in padella. Aggiustate di sale e pepe e lasciate andare per qualche minuto. Quando i pomodorini si saranno quasi disfatti aggiungete del basilico tritato.

Cuocete gli agnolotti in abbondante acqua salata, scolateli (mantenendo un po' di acqua di cottura) e versateli nella padella insieme al sugo di pomodoro. Fate saltare due minuti gli agnolotti nella padella e se necessario aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura. Infine mantecate a fuoco sento con parmigiano grattugiato.



Ecco pronto un ottimo piatto da gustare in una domenica in cui si ha voglia di mangiare qualcosa di speciale ma... senza esagerare.

con questa ricetta partecipo al contest “A COME ABBRACCIO” del blog Lastufaeconomica


e anche al contest I piatti della domenica di Dolci Armonie




E dato che sono ripieni di ricotta, partecipo al Contest di About food Ricotta mille usi



11 commenti:

  1. lastufaeconomica10 marzo 2013 19:26

    Che buoni gli agnolotti, mi hai ricordato Torino dove sono nata. E sono buoni anche i tuoi "quasi agnolotti", quando il ripieno e il sugo sono poco complicati, tutto è migliore.
    Grazie per la tua ricetta.
    Abbraccio

    RispondiElimina
  2. grazie, sono contenta che la ricetta ti piaccia, a presto. :)

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti ho preso in parola e ho aggiunto altre due ricette. :)
      grazie, a presto
      floriana

      Elimina
  4. boooni gli agnolotti! fanno venire fame anche se è ora di cappuccinoecornetto :D
    grazie per aver partecipato, in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  5. cara Floriana,
    eccomi qui finalmente da te dopo aver visto la tua partecipazione al giveaway (di cui ti ringrazio e ti faccio in bocca al lupo!).
    complimenti per questo blog così pulito e grazioso. e grazie per averci presentato una ricetta della tua tradizione, io adoro i ravioli (da noi a Bergamo, li chiamiamo cosi)cioè agnolotto con tutti i tipi di ripieni!
    vaty

    RispondiElimina
  6. Ottimi direi Flo, passa da me c'è una 'soddisfazione' bella per te:
    http://unafettadiparadiso.blogspot.it/2013/03/very-ispiring-blogger-awards-2013.html
    Vale

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a di qui.
Se lasci un commento mi farà sicuramente piacere.
Flo